sabato 13 aprile 2013

Cestino

Non avevo tanta voglia d'impegnarmi in lavori troppo lunghi, ed avendo trovato il tutorial per questo cestino sul blog di Giulia, ho provato a farlo.
E' stato un lavoro veloce, unico neo, preferivo dello spago più grosso, ma non l'ho trovato.
Sicuramente sarebbe risultato più rustico, ma va bene anche così.



 
 
 
 
 
 
 
 

24 commenti:

  1. molto bello, l'avevo visto anch'io e prima o poi vorrei provare a farlo....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, si prova a farlo e' semplice, io ho seguito il tutorial fotografico, con le spiegazioni non ci ho capito niente.

      Elimina
  2. Il risultato é comunque molto carino, tu poi l'ha anche abbellito con fiorellini colorati molto simpatici.

    RispondiElimina
  3. Ciao visto che al mio compleanno, in gennaio, le mie sorelle mi hanno regalato la Big Shot, ne approfitto e metto fiori un po' dappertutto.

    RispondiElimina
  4. Che simpatica lavorazione!!! Molto molto carino!!!!
    MGrazia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao grazie, possono essere un'idea come confezione regalo, buona domenica.

      Elimina
  5. A me piace moltissimo anche cosí! E poi dev'essere veramente comodo....
    In ogni caso complimenti. Ottimo lavoro.
    Buona domenica.
    mimma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mimma, il bello e' di una lavorazione semplice e si può realizzare in diverse misure in base alla necessità, anche a te buona domenica.

      Elimina
  6. E' bellissimo, brava! Buona domenica, a presto, Ely.

    RispondiElimina
  7. Ciao Ely, grazie, grazie! Buona settimana, speriamo che questa Primavera si stabilizzi, non so' da te, ma dalle mie parti e' ancora indecisa su cosa fare, boh!

    RispondiElimina
  8. Ciao Birbolina
    Un premio ti aspetta nel mio blog. :-)
    Bye, bye Elli

    RispondiElimina
  9. Ciao Elli, grazie per aver pensato a me, con calma lo ritiro e faccio il passaggio ad altre blogger, ti auguro buona serata.

    RispondiElimina
  10. Il cestino è venuto proprio simpatico!
    Ciao

    RispondiElimina
  11. Ciao Paola, grazie, sono riuscita a trovare dello spago più grosso e penso che i prossimi saranno più rustici, buona giornata.

    RispondiElimina
  12. Che bell'idea, me la salvo, grazie!!
    Buon pomeriggio
    Carmen

    RispondiElimina
  13. Ciao Carmen, Giulia ha promesso di riservarci altri tutorial basta seguirà, a presto.

    RispondiElimina
  14. Ciao|Anche se il tempo per scrivere è poco , guardo spesso le tue creazioni :sei molto brava , questo cestino è bellissimo!Riguardo alle verdure selvatiche , anche io ne raccolgo diverse ,mi piacciono molto .
    Un grande saluto .

    RispondiElimina
  15. Ciao Luisa grazie, il cestino è semplicissimo, tutto punto basso intrecciando assieme dello spago,,,,quando hai tempo, se ti và fammi sapere quali sono le erbe selvatiche che conosci....buona serata!

    RispondiElimina
  16. Ciao!Scusa il ritardo ma gli impegni riempiono la giornata .
    In questo periodo io raccolgo gli asparagi selvatici detti 'loertis', io coltivo anche gli asparagi comuni ma questi , molto diversi, crescono spontaneamente .
    Mi piace raccogliere fiori per tisane e infusi come il tarassaco , la camomilla e la malva .
    Raccolgo l'ortica e anche i frutti dei gelsi ,le more selvatiche (coltivo frutta e verdura nel mio terreno ma è bello 'cercare' e preparare ciò che la natura offre spontaneamente )Un abbraccio

    RispondiElimina
  17. Ciao Luisa, grazie per le informazioni, gli asparagi selvatici li conosco, quest'anno non sono ancora andata in montagna quindi non ne ho ancora raccolti, se riuscirò a trovarne farò un post.Il tarassaco lo uso come verdura lessa o cruda e con i fiori faccio il miele, in infuso non lo so' usare.Camomilla, malva e gelsi dalle mie parti non ne trovo. La Silene che ho fatto conoscere in un post la conosci? A volte raccolgo altre erbe in alta montagna se ho la fortuna di trovarle posterò anche quelle. Un abbraccio anche a te, a presto

    RispondiElimina
  18. ... è piaciuto a molte mamme!!!
    C.C.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evviva, quello era il prototipo, ora ne sto' facendo altri......grazie

      Elimina
  19. Ciao !Sai che la Silene non credo di averla mai raccolta però penso che un'amica me la fece assaggiare dandole un altro nome , magari mi sbaglio...Ho pensato anche a quello che ho trovato in posti di villeggiatura o all'estero guidata da persone del posto :dal finocchietto selvatico , all'origano selvatico , alle fragoline di bosco , ai mirtilli (il succo è una bomba per favorire la circolazione ,niente problemi di capillari, di varici e di vista !)Quante cose ho ancora in mente e quante preparazioni si possono fare con l'aiuto della natura !Ciao Birbolina , un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luisa, Silene e' il nome in italiano, nei vari dialetti chissà in quanti modi viene chiamata. Nei prati delle mie parti se ne trova molta, prova a vedere quando l'erba e' un po' alta se riesci a riconoscerla dai fiori a palla (lo vedi nel post).....e se strofini le foglie, senti una specie di scricchiolio che non ti farà più sbagliare. Il finocchio lo raccolgo anc'hio per metterlo nel pane e nei crauti, le fragoline ed i mirtilli anche li raccolgo, però non ho mai fatto il succo, mentre l'origano selvatico non lo conosco. Grazie per le informazioni e buona serata.

      Elimina