lunedì 19 agosto 2013

Robbia

Ecco il primo risultato, della tintura della lana, con la radice di Robbia....

 
 
 
adottando il metodo " del sole ", come ci ha insegnato Deborah Gray,
 
 
 
 
 
è molto semplice, bisogna solo essere precisi sulle grammature della fibra, del mordente e dei coloranti che possono essere radici, foglie o fiori....
 
 
 
 
 
poi ci pensa il sole.....
 
 
 
 
 
il bello è che mettendo la fibra in vasi, un po' pressata, la colorazione che risulta è molto variegata....
 
 
 
 
 

 
 
 
 
unico neo è che servono vasi piuttosto grandi, questo era di lt. 1,8 e conteneva 60 gr. di fibra.....però dà soddisfazione perché si possono ottenere diverse colorazioni e mai quello che si immaginava.
 
 
 
 
 
 
 

28 commenti:

  1. è venuto un bellissimo colore.... non so cosa sia la radice che hai usato, ma il risultato è favoloso.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Astra, la Robbia e' una pianta originaria dell' Europa Meridionale e Asia, però si può coltivare anche da noi il clima lo permette, si utilizza la radice sminuzzata, ma si può trovare in commercio anche in polvere...... Buona settimana.

      Elimina
  2. Bellissima, spettacolare, mi piace molto. Ma la robbia dove l'hai trovata? Si può acquistare? Sei stata molto molto brava, sia a tingere che a filare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cinciarella, la Robbia l'avevo comperata da Deborah Gray, quella era in pezzetti, ma la trovi anche in polvere. In zona da noi non so', ma in internet sicuramente ci saranno diversi siti, te ne segnalo due che conosco, perché mi sono rifornita diverse volte: www.dhgshop.it - www.wollknoll.eu/shop/.

      Elimina
    2. Grazie mille, il primo indirizzo è perfetto!

      Elimina
    3. Fa piacere, ciao ciao....

      Elimina
  3. complimenti!!!! un magnifico risultato!!!!! Lory

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lory, grazie dei complimenti e della visita che contraccambio con piacere, a presto.

      Elimina
  4. Hai ottenuto un colore fantastico! E' vero ogni volta è una sorpresa.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola, il bello di questo metodo di colorazione ( per me ) e' che si tinge con varie sfumature, peccato se ne possa fare poca per volta.

      Elimina
  5. Complimenti! Che colori e che sfumature stupende! Qualche anno fa ho fatto un corso sulla tintura della lana con coloranti naturali ma questo metodo del sole non lo conosco ed è un peccato perché il risultato però è davvero ottimo! Martina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Martina, si è semplice e meno faticoso del classico pentolone, ( quello lo uso per le quantità maggiori ) questo vaso e' rimasto al sole per nove settimane, volendo caricare di più il colore bastava aspettare ancora un po' di tempo, ma ero impaziente......

      Elimina
  6. Mamma mia che bella questa lana ,il colore è meraviglioso , allegro , solare e penso che con questa tecnica ogni volte sia una sorpresa. Grazie cara, per averci mostrato questa tecnica così affascinante. Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mirtilla, .....mi fa piacere leggerti.......la lana e' bella, tutta ricciolosa, delle pecore scozzesi, che ci aveva portato Deborah, quella che mi danno .....delle pecore allevate da noi è molto più grezza......ho provato a colorarne alcuni vasi con delle foglie....vedremo il risultato.

      Elimina
  7. Veramente un ottimo lavoro. Il colore è stupendo e nache il risultato finale. Bravisssimaaa!!

    RispondiElimina
  8. Grazie, peccato che sia poca. È affascinante vedere come ingredienti naturali, pian piano danno colore alla fibra, buona notte......o buon lavoro?

    RispondiElimina
  9. Ottimo sistema senza aggiunte chimiche. Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  10. Ciao Elio, uso solo una minima quantità di Allume di Rocca o detto anche Allume di Potassio, e' un sale misto di alluminio e potassio.......... mi serve per aprire le fibre e fare in modo che la tinta penetri e si mantenga ai lavaggi. Buon fine settimana anche a te.

    RispondiElimina
  11. Bellissimo colore sembra quasi salmone...e se si parla di cibo!lo sai che va via anche di coO:-) .ciao da bu a lu e bi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come si va via di co!? Ciao ciao ;-)

      Elimina
  12. Mi piace il colore che hai ottenuto. Brava! Ely

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ely, ma hanno fatto tutto la robbia, il sole ed il tempo ( nove settimane ). Complimenti per il tuo mercatino, penso sia stata una bella soddisfazione,,,,,, a presto.

      Elimina
  13. Wow!!! che meraviglia!!! Il colore è bellissimo e il filato.. dev'essere morbido...
    MGrazia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mary, scusa per il ritardo nel risponderti........è vero e' una lana morbidissima, peccato che è poca.....questa e' la lana che aveva portato dalla Scozia, Deborah Gray, completamente diversa da quella che mi è stata regalata dai nostri pastori.

      Elimina
  14. Bel procedimento con buon risultato ! COMPLIMENTI!

    RispondiElimina
  15. Grazie Pakito, ho fatto altri esperimenti con foglie e fiori a caso ....alcuni tingono bene altri non rilasciano nemmeno un po' di colore...più avanti farò un post per far vedere.

    RispondiElimina
  16. interessante questa tecnica!!!e che bei colori!!!non la conoscevo..mi sai dire per cortesia dove hai fatto il corso??grazie,ciao,mauri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mauri, se vai su etichette del mio blog, alla voce "corsi" trovi il post che ho dedicato al corso per la tintura.......se ti può interessare cliccando sul mio profilo trovi il blog ----perfect weather for spinning and knitting-----di Deborah, sugli ultimi post ha elencato le date in cui terra' i prossimi corsi in Italia. Se hai bisogno di altre spiegazioni chiedimi tranquillamente.....ciao e grazie per la visita sul mio blog.

      Elimina