lunedì 13 ottobre 2014

...andar per castagne

Sabato era una giornata uggiosa e la pioggia sembrava imminente.
 Mentre chiacchieravo con mia sorella, ci siamo chieste  se le castagne fossero mature...
così abbiamo deciso ... nonostante il tempo, di andare per castagne


 
 
ci siamo addentrate nel bosco e poco dopo ha cominciato a piovere
all'inizio una pioggia leggera che ben presto si è trasformata in rovesci accompagnati da tuoni
 

 
 
 
proseguiamo con attenzione su un terreno fradicio e piuttosto scivoloso...
poi alzando la testa scorgiamo un rustico abbandonato
 
 

 
 
la porta era stata tolta e buttata in un angolo.
 
 
Ci lasciamo alle spalle il rustico e continuando  nel bosco fitto ...che però ci riparava leggermente dalla pioggia...in cima al sentiero, gli altifusti  scompaiono e ci si presentano davanti  dei prati, dei campi coltivati, con degli orti e dei vigneti
 
 
 
 
ci sono delle arnie
 
 
 
 
 
un capanno...purtroppo...
dove i cacciatori attendono l'arrivo degli uccelli...comodamente
 
 
 
 
           al ritorno, visto che si è bagnata, mi si impalla la macchina fotografica....
          scatta solamente, non posso zoomare e nemmeno togliere il flash
          quindi le foto a questi particolari funghi a forma di fiore risulta giallognola


 
 
 
 
 
 
 
rientriamo a casa con pochissime castagne, alcune non ben mature avendo  ancora  la buccia  chiara...
fradicie...
ma soddisfatte per quello che abbiamo visto.
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 

10 commenti:

  1. Beautiful pictures!!!!
    Have a nice week.:*

    RispondiElimina
  2. Si, quest'anno le castagne son poche...ma queste bastano per trovarci una sera di ottobre a mangiarle in compagnia. Ciao loz

    RispondiElimina
  3. Ciao, mi fa piacere sentire che lì da te ancora le castagne ci sono, qui ,
    dalle mie parti i castagni sono stati attaccati da un insetto venuto dalla
    Cina,e li ha rovinati tutti.Bellissima passeggiata, nonostante la pioggia,
    a presto.




    RispondiElimina
  4. Andar per castagne: così intitolava un vecchio Rakam un servizio fotografico di bellissime maglie, berretti , cappe .......Mentre qui da te trovo delle bellissime immagini di una passeggiata...Quella villa .....(non sono riuscita a leggere il nome) mi affascina perché mi fa pensare agli affetti, alle gioie e ai dolori di chi l'ha abitata . Quel portone buttato ...sarebbe da recuperare...... Non ho mai raccolto castagne....nelle nostre colline non ci sono ....le devo solo comperare.....Bellissime immagini!!! Buona serata---

    RispondiElimina
  5. Chissà che profumo il bosco bagnato!
    ciao

    RispondiElimina
  6. Lo sai vero che le castagne sono una rarità a causa della malattia che le ha praticamente intaccate tutte, qui da me, proprietari di castagneti che ne producevano quintali non ne producono che qualche chilo. Tutto sommato hai fatto una buona raccolta.

    RispondiElimina
  7. Buonissime le castagne e che magia il bosco sotto la pioggia!!!!
    Non sapevo che ci fossero poche castagne per colpa della malattia...che peccato... :(

    RispondiElimina
  8. Ahhh le castagne, mamma mia non le mangio da tantissimo tempo! Quassù boschi di castagni non ce ne sono :-(

    RispondiElimina
  9. In questo post ci sono i luoghi che adoro...il bosco , i prati , ...il profumo del sottobosco in autunno....e i dono che offre a chi sa entrare con rispetto !!! Solo una cosa non mi piace...il capanno dei cacciatori...quanti ne vedo nascosti nel bosco.......Bellissima passeggiata , peccato per la pioggia...Un bacione grande e buon fine settimana . Mirtilla

    RispondiElimina
  10. Come raccolta non male. Il nostro vicino ce ne ha offerte ieri sera, già cotte. MIa moglie ed io le abbiamo mangiate di corsa. Per la macchina fotografica ti consiglio, in caso di pioggia, di metterla in un sacchetto di plastica. Spero che abbia ripreso a funzionare. Ciao e buon fine settimana.

    RispondiElimina